Le storie dei nostri bambini

Nicola

Nicola è un bambino di 12 anni.
Quando nacque era bello grosso, paffutello, con i capelli neri, come la mamma e il papà. Furono proprio i capelli a subire subito una trasformazione: divennero, infatti, per un po’ biondo miele per poi ritornare castani. Ora i capelli coprono le otto cicatrici frutto di un intervento di terapia genica fatto all’età di 4 anni a Parigi. Fino a 19 mesi tutto era nella norma: Nicola giocava, ballava, tifava Napoli, era un abile giocoliere, riusciva con grande maestria a far girare gli anelli su stessi non si sa per quante volte! Oggi non fa girare gli anelli, ma è protagonista della vita aggirando tutte le difficoltà.

Fino a 2 anni Nicola non si é mai ammalato poi sono arrivati i raffreddori ricorrenti e il suo nasino schiacciato che colava continuamente. 3 anni e ancora pochissime parole, ma ecco le prime visite e sospetto di malattia da accumulo; così cominciano le prime ricerche su internet “malattia da accumulo lisosomiale” e con esse le prime reazioni dei genitori: “ma no, non sarà così!”. Invece arriva la diagnosi: Mucopolisaccaridosi 3B.

Il suo vocabolario negli anni si è ridotto, ma le poche parole che ancora riesce a pronunciare esprimono tutto l’affetto che ha. È un coccolone, sul più bello ti abbraccia e si stringe a te, spesso allarga le braccia e vuole fare il “dondolo”, occorre, però, qualcuno di grossa stazza per accontentarlo perché Nicola, è abbastanza pesante, ama molto mangiare. Ama anche fare lunghe passeggiate, pur con qualche difficoltà al piede sinistro; ama ascoltare le descrizioni e i racconti durante le passeggiate e aiuta a suo modo chi lo accompagna perché lo fa senza proferire parola.

Il suo grande amore è il mare, vivendo ad Ischia non poteva essere diversamente! La sua passione nuotare. Ma ha un altro amore: il canto, soprattutto sentire cantare e ballare Waka Waka, forse è innamorato di Shakira! Con gioia osserva i bimbi nelle feste, soprattutto quando cantano, ballano e il suo sorriso prorompente contagia tutti. Questo è Nicola, un combattente nato perché la malattia già c’era alla sua nascita, ma lui da quel momento la scalcia come fa con il pallone.

Donazione ricorrente

Per sostenerci con una donazione mensile ricorrente clicca qui.

Donazione online

Sostieni la ricerca attraverso una singola donazione con carta o PayPal, puoi scegliere l’importo e la modalità.
Sostieni la ricerca, il tuo contributo può fare la differenza.

Raccolta fondi gofundme